Pagani. Scuola Manzoni, quale futuro?