Pagani. Sessa replica a Sorrentino: “Dichiarazioni sconcertanti”

“Il Sindaco inadeguato e la sua pseudo maggioranza sono “insofferenti ai controlli democratici attribuiti dall’ordinamento ai consiglieri comunali”. Non può essere interpretata diversamente la campagna mediatica portata avanti da mesi, contro il Gruppo Consiliare FDI, che dopo uno stop di poche settimane è ripresa con forza in questi ultimi giorni a proposito dello scandaloso episodio riferito all’ex Responsabile dei Tributi Dott. Striano Alfonso”. Così Anna Rosa Sessa replica al consigliere comunale Pasquale Sorrentino.

“Sconcertante, in tal senso ed al di là delle farneticanti dichiarazioni sindacali, è il comunicato del consigliere Sorrentino che non solo ha fatto finta di non comprendere quanto da me dichiarato a proposito di favori “ resi e/o a rendersi ad amici e parenti” ma addirittura ha tentato di far passare la tesi secondo la quale IO sarei stata in possesso di copia del ricorso formalizzato dal Dott. Striano Alfonso, teso a vedersi attribuito il ruolo di Responsabile del Servizio Tributi che ha ricoperto per anni, ricorso che rilevo è in possesso del consigliere Sorrentino pur senza richiesta di accesso – prosegue -. Evidentemente il Consigliere Sorrentino, che ben incarna il proverbio “ chi tratta con lo zoppo incomincia a zoppicare”, non sa più a che Santo votarsi per giustificare il Suo inconcepibile ed ingiustificabile appoggio ad un Sindaco inadeguato, privo di coraggio e di idee, incapace anche solo di mettere in atto strumenti ordinari di governo e che sta portando allo sfascio questa città in misura addirittura superiore a quanto fatto dalla Commissione Straordinaria.
Ma, ovviamente, il consigliere Sorrentino non legge neanche i giornali altrimenti avrebbe letto l’articolo pubblicato da un quotidiano che non solo ha dato la notizia del ricorso e della data dell’udienza ma ha anche esternato le ragioni in dettaglio che hanno condotto il Dott. Striano a presentare ricorso, ragioni e motivazioni che sia il Sindaco e il Consigliere Sorrentino si sono ben guardati dal rendere pubbliche.
Il Dott. Striano ha chiesto, da mesi, di essere esonerato dal ruolo di Responsabile del Servizio Finaziario perché “non adeguato ad esso”, “non in possesso della necessaria formazione professionale per affrontare compiti e competenze”, “perché non supportato e sostenuto dall’Amministrazione Comunale”. In risposta ha ricevuto il diniego e l’opposizione giudiziaria al ricorso formalizzato ed è stato costretto a “collocarsi in aspettativa non retribuita”.Sono questi i fatti, ormai immodificabili, che i competenti organi saranno chiamati a valutare. Su questi fatti osserveremo con grande attenzione le attività che l’Amministrazione porterà avanti. Non consentiremo che “create ed artate esigenze” costuiscano alibi “per raggiungere l’obiettivo di favore che il Sindaco e la sua maggioranza si sono prefissi sin dall’insediamento” magari ricorrendo a concorsi riservati ad personam per UNA, e contestualmente ad escludendum per ALTRI, oppure a graduatorie concorsuali di altro piccolissimo Ente locale dislocato ai confini del territorio salernitano”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati