Pagani. Telis, D’Onofrio: “Clamoroso che i partiti di governo in città non muovano un dito”

Vertenza TELIS, tutte le speranze dei lavoratori sono riposte nell’ennesimo incontro convocato per domani a Roma. Alla vigili del vertice, arriva la riflessione di Massimo D’Onofrio di FdI.

“Come tante aziende italiane la TELIS possiede un grande valore aggiunto:il know-how del personale – dichiara – Ci sono battaglie politiche per le quali si mette da parte ogni steccato, la TELIS è una di queste.
Devo però esternare il mio stupore rispetto a dichiarazioni e atteggiamenti dilettanteschi da parte di politici e rappresentanti delle istituzioni,atteggiamenti talmente assurdi che stentano a crederci. Premesso ciò domani c è una delicata riunione a Roma. Come sempre la mia parte l’ho fatta pur non avendo in questo momento né incarichi né amici al governo (per ora, tanto questo governo durerà poco). È clamoroso ciò che è successo e ancora più clamoroso è vedere i rappresentanti dei partiti di governo in città che non muovono un dito (per disinteresse o perché non ne hanno facoltà). Ancora più eclatante è come il governo nazionale, facendosi beffa di quelli locali pure tirati in ballo (regione e provincia), abbia assegnato la famosa commessa dei contatori a società che con il nostro territorio nulla hanno a che vedere. Per i lavoratori è rimasta una sola ultima speranza, l’incontro di domani. Mi auguro che il buon senso di tutti prevalga e che questa comunità di lavoratori possa avere ancora una speranza”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati