Pagani. Telis, scade la cassa integrazione. Lavoratori al Comune

L’amarezza è tangibile tra i dipendenti della Telis (azienda che produce contatori) di Pagani. Stamani, l’ennesimo incontro al Mise si è chiuso con un nulla di fatto e, oggi, scade la cassa integrazione. La situazione è drammatica non solo per i lavoratori, circa sessanta coinvolti nella vertenza, ma per l’intera città che vede morire l’ennesima realtà produttiva.

Stamani, un gruppo di lavoratori ha fatto tappa al Comune per incontrare il sindaco, che però non era a palazzo di città.

“Per noi inizia la mobilità e nell’Agro si chiude l’ennesimo stabilimento – commenta con amarezza il sindacalista Paolo Coppa, che fatica a trattenere le lacrime -. Stamani, al Mise c’è stato un incontro tra Ministero, curatela e imprenditore. Sul tavolo non c’era niente, non capiamo neanche perchè abbiano convocato il vertice, forse per darci un contentino. Eravamo venuti qui al Comune con la speranza di trovare un interlocutore valido e contattare il Ministero ma il sindaco non c’è. Un sindaco che tra l’altro non ci ha mai dato la percezione di seguire il territorio con concretezza, così come altri politici che abbiamo tentato di inserire in questa vicenda”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati