Parapoti,Gambino: “Canfora dice bugie”

“Affermare – come ha fatto il Presidente Canfora ieri – che la Regione Campania “ha finalmente finanziato il progetto per la bonifica e la riqualificazione dell’area ex discarica Parapoti in Comune di Montecorvino Pugliano” è non solo una sciocchezza ma anche un esempio di distorto e interessato racconto dei fatti che mai dovrebbe essere sviluppato da un rappresentante delle Istituzioni”. Dura presa di posizione del consigliere regiionale Alberico Gambino che contesta le dichiarazioni del presidente della Provincia, Canfora.

“La realtà fattuale acclara e codifica, invece e senza ombra di dubbio, l’inadeguatezza di un governo provinciale che, in due anni dall’insediamento, non è stato in grado di avviare e completare i lavori di bonifica di cui trattasi progettati definitivamente dall’Amministrazione Cirielli/Iannone nel 2013 e finanziati a Luglio 2014 dalla Regione Campania del Presidente Caldoro – va avanti Gambino -. Posso comprendere che il Presidente della Provincia di Salerno ha tutto l’interesse, al fine di nascondere la propria inadeguatezza gestionale, a comunicare che “solo oggi ha ottenuto il finanziamento di cui trattasi”, ma la storia non può essere distorta in maniera così spudorata.
Sfido pubblicamente il Presidente Canfora a smentirmi quando affermo che il progetto “Messa in sicurezza e sistemazione finale dell’ex discarica consortile sita in località Parapoti”, ubicata nel Comune di Montecorvino Pugliano, è stato approvato definitivamente con Delibera di Giunta Provinciale n. 157 del 21/07/2014 (Presidente Iannone) per l’importo complessivo di € 7.012.954,30, finanziato dalla Giunta Caldoro prima con DGRC 175 del 03.06.2013 e poi con Decreto Dirigenziale n. 1495 del 22.10.2014 pubblicato sul BURC n. 76 del 03.11.2014, oggetto di convenzione prot. 763798 del 13 Novembre 2014 stipulata tra Provincia di Salerno (Dott. Ciro Castaldo) e Regione Campania (Dott. Michele Palmieri).
Dal 13 Novembre 2014 il Presidente Canfora si è completamente disinteressato della vicenda e dei lavori di cui trattasi, che dovevano essere completati, entro il 31 Dicembre 2015 conseguendo – stante tale sciatteria gestionale – la caducazione del finanziamento per imposte regole comunitarie.
Sin da Febbraio 2016 – aggiunge -, nonostante la sciatteria gestionale imperdonabile della Provincia di Salerno, ho chiesto e supplicato – a più riprese e da ultimo con lettera del 27 Aprile 2014 – la Regione Campania – e nello specifico l’Assessore Regionale all’Ambiente – affinchè recuperasse e rifinanziasse detta opera indispensabile per la bonifica del territorio e per la comunità residente in Montecorvino Pugliano e zone limitrofe.
Ci sono voluti altri tre mesi e ripetuti solleciti per ottenere il Decreto Dirigenziale di rifinanziamento dell’opera e per porre riparo alla sciatteria gestionale di un Ente (la Provincia di Salerno era Canfora) che oggi, distorcendo verità e storia dei fatti, vuole far passare un’ordinaria attività di rifinanziamento obbligato come un esempio di interessamento Suo e del Governatore De Luca”.

Infine, l’affondo. “E’ onestamente ed oggettivamente intollerabile dover quotidianamente constatare come il PD “ mistifichi fatti e circostanze” e tenti di propalare agli ignari cittadini “bugie e sciocchezze” al solo fine di portare avanti “un governo solo mediatico della Regione e della Provincia di Salerno”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati