Piano di Zona. Scafati in Movimento sollecita la Regione

Scafati In MoVimento contesta la scelta di affidare le sorti del Piano di Zona alla coordinatrice dimissionaria.

“Dalla lettura degli articoli -si legge in una nota – si evince che la Triade ha chiesto ad un dirigente dimissionario, ultimamente anche indagato nell’ambito dell’indagine dell’antimafia denominata Sarastra, fedelissimo ed esecutore di tutte le direttive politiche di un’amministrazione sciolta per camorra, di ritornare alla guida del Piano di Zona. Quel piano di zona più volte finito nella bufera politica per le scelte spesso più clientelari che meritocratiche. Ripristino della legalità? Siamo ancora lontani dall’obiettivo. Nel caso in cui nulla cambi, chiederemo ai nostri portavoce del M5S in Regione di approntare ogni atto affinché si commissari il Piano di Zona. Per di più apprendiamo che sono state annunciate 5 imminenti nuove assunzioni, “attingeremo dalle precedenti graduatorie”, sappiamo bene il sistema come funzionava chi lo ha gestito da dietro le quinte, con beneficiari sempre “gli amici degli amici”. A questo punto sarebbe interessante sapere cosa ne pensa di questa vicenda il Partito Democratico che tanto ha attaccato negli anni l’operato della coordinatrice Maddalena Di somma e che recentemente ha sempre difeso a spada tratta la Commissione nelle sue scelte spesso opinabili.Tutto cambia affinché nulla cambi, ma noi non ci arrendiamo”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati