Polisportiva Sarnese – Gladiator 1 – 1

A tempo ampiamente scaduto Pastore raggiunge il pari insperato e guasta la festa alla Sarnese. Finisce 1 a 1 il derby tra Polisportiva Sarnese e Gladiator, al termine di una gara quasi perfetta, da parte dei granata, in dieci uomini per oltre trenta minuti, rovinata al 51’ da uno svarione difensivo, l’unico di tutta la gara, e da qualche errore di troppo sotto porta. Tanto rammarico per due punti persi dopo aver annullato completamente gli avversari, per 90’. Con una squadra quasi al completo, la Polisportiva Sarnese sfodera una delle sue migliori prestazioni allo Squitieri. Mister Esposito per la gara contro il Gladiator torna al 5 – 3 – 2. Una gara giocata sui nervi e alla fine ad essere punita è stata la Sarnese con quattro ammoniti e due espulsi. Il primo quarto d’ora della gara non regala emozioni si gioca per la maggior parte a centrocampo con una Sarnese ancora sulle gambe e il Gladiator che cerca di fare il gioco. Ma la prima vera occasione è per i granata. Al 17′ va vicinissima al vantaggio con Figliolia: azione di Calemme sulla sinistra per Figliolia, sul primo palo, tiro in scivolata del bomber granata, ma Patella compie il miracolo e toglie la palla dall’angolino basso alla sua destra. Un minuto dopo vistosa trattenuta in area su Nocerino, tenuto per la maglia per oltre due metri in area di rigore, ma solo l’arbitro non vede e non concede il rigore. Azione contestatissima dai calciatori e dall’intero Squitieri. La sarnese cresce e pochi minuti dopo, al 21’, si rende pericolosa con una bella azione di Di Finizio sulla destra, cross al centro ma la difesa neroazzurra libera e si salva. Al 33′ angolo di Guidelli, Calemme di testa tenta la conclusione e sfiora il palo alla sinistra di Patella. Al 41′ ancora Sarnese vicinissima al vantaggio: Di Finizio cross dalla destra al centro dell’area per Figliolia, che tenta la conclusione di testa, ma Lagnena salva Patella. Al minuto 44, azione di Ammaturo conclusione dal limite ma Patella in tuffo salva ancora la porta ospite. Al 45′ ancora Sarnese pericolosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Guidelli, palla sul secondo palo per Di Finizio che tenta la conclusione la palla carambola davanti alla porta, ma il Gladiator si salva ancora. Si torna negli spogliatoi sul risultato di zero a zero ma con una Sarnese viva.

Nella ripresa la Sarnese entra determinata in campo. Al 4′ ci prova con Calemme su punizione, palla di poco alta. Al 12′ ancora Sarnese pericolosa, Di Finizio dalla destra cross al centro dell’area per Calemme che in semi rovesciata tenta il tiro ma la palla fa la barba al palo, Patella si salva ancora. Al 20′ Sarnese passa in vantaggio: punizione di Guidelli da posizione defilata porta la Polisportiva meritatamente in vantaggio con una straordinaria esecuzione, la palla colpisce la traversa interna e finisce in rete. Poco dopo, al 24′ sarnese in dieci per l’espulsione di Miccichè. Nonostante l’uomo in meno è sempre la Sarnese a macinare gioco, e così con la Polisportiva in attacco si arriva al 90’, l’arbitro concede cinque minuti di recupero. Al 50’ mister Esposito fa l’ultimo cambio e l’arbitro prolunga ancora e al minuto 51, ben oltre i canonici 30 secondi da concedere per la sostituzione fatta, arriva il gol di Pastore che punisce i granata: lasciato solo dalla difesa, trafigge Sorrentino. A fine gara dopo il triplice fischio animi accesi tra i calciatori viene espulso anche Nocerino, De Carolis fa scena, si butta a terra e simula, l’arbitro punisce Nocerino. Una decisione che ha ulteriormente innervosito i granata. Visto che il gol è arrivato ben oltre il 50esimo minuto. Due punti persi immeritatamente portano la Polisportiva in pochi secondi dal Paradiso al Purgatorio per la grande occasione sfumata. La cosa positiva è sicuramente quella di aver visto una squadra determinata a voler compiere l’impresa e raggiungere la tanta agognata salvezza.

INTERVISTA AL MISTER GIANLUCA ESPOSITO
Deluso per i due punti persi, ma soddisfatto della gara disputata dai suoi mister Gianluca Esposito dichiara: “C’ è immenso rammarico per una vittoria, che sarebbe stata meritata, sfumata nel recupero del recupero. I ragazzi hanno giocato una ottima gara sotto tutto i punti di vista. Hanno espresso un bel gioco, costruendo palle gol e non concedendo nulla ad un avversario forte e ben organizzato. Peccato per il gol allo scadere che ci ha tolto la gioia della vittoria. Da martedì riprenderemo a lavorare duro, consapevoli che ci aspettano quindici partite da giocare al massimo per poter raggiungere il nostro obiettivo”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati