Pomodoro San Marzano Day. Coldiretti: “Scongiurato lo ‘scippo’ dell’UE”

“C’è un crescente interesse attorno al pomodoro San Marzano dop: i prossimi mesi saranno decisivi per rilanciare una filiera che per il territorio salernitano e campano costituisce una ricchezza irrinunciabile”. E’ il commento del direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano, al termine del Pomodoro San Marzano Day, un importante evento promosso a Sarno – con testimonial di eccezione Ricky Tognazzi e Simona Izzo – per la valorizzazione del prodotto fresco.

“Grazie ad un intenso lavoro portato avanti da Coldiretti, dai Comuni e dai produttori agricoli – osserva Tropiano – si è scongiurato uno “scippo” ai danni di un prodotto di eccellenza del nostro territorio. Oggi, grazie anche all’impegno del consigliere delegato all’agricoltura Franco Alfieri, non ci sarà alcun marchio San Marzano IGP – se non esclusivamente per il pomodoro pelato – e avremo un tavolo economico sui prezzi, per rafforzare la filiera e scongiurare distorsioni del mercato e penalizzazioni dei produttori agricoli. E’ necessario adesso affinare un progetto di rilancio delle produzioni perché la richiesta di prodotto è molto forte e va sostenuta con azioni efficaci”.

Sono 6548 le aziende che operano nella filiera del pomodoro per una produzione stimata di circa 113mila quintali, trasformata in prodotto finito per 44300 quintali. La zona di produzione è di 5531 ettari, di cui 344 ettari a pomodoro.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati