Pompei. Prostituzione. Nei guai un albergatore

I carabinieri della stazione di Pompei, dopo quattro mesi di intesa attività info-investigativa hanno arrestato un albergatore pompeiano, incensurato, di 57 anni. Nella sua attività ricettiva è stata individuata una prostituta napoletana. La donna – denunciata per violazione al foglio di via da Pompei – è stata sorpresa all’interno di una stanza dell’albergo – posto sotto sequestro preventivo – in compagnia di un cliente. La tariffa per la prestazione sessuale era di 90 euro. I militari dell’Arma – sentiti i clienti – hanno accertato che l’albergatore effettuava prezzi di favore per l’affitto della camera: 25 euro a fronte dei classici 35 euro. L’uomo è ora sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa della convalida del Gip.