Primarie Pd, Cozzolino fa tappa a Scafati

“Nessuno usi sentenze e nemmeno i ricorsi per bloccare il processo delle primarie. De Luca voglio sconfiggerlo con le primarie e non con le sentenze della Magistratura”. Andrea Cozzolino commenta così la notizia della sospensione concessa al primo cittadino di Salerno e al suo reintegro istituzionale.

“Il 22 Febbraio deve essere una grande partecipazione popolare, saranno i cittadini a scegliere il candidato governatore. Questo è l’ultimo rinvio che accettiamo, poi bisogna decidere”. L’europarlamentare parla a Scafati una settimana dopo il suo antagonista De Luca.

E’ la platea del consigliere comunale del Cotucit Michele Raviotta ad accogliere Cozzolino. Da queste parti lo zoccolo duro del Pd sostiene apertamente il sindaco sceriffo, infatti nella sala consiliare non c’è nessun esponente ufficiale dei democratici ad accogliere Cozzolino, “colpa” anche delle rottura tra l’esponente del Cotucit con il partito cittadino. Una timida presenza solo nel consigliere Filippo Quartucci, di recente confluito nel gruppo unico consiliare, ma eletto con l’area di Nicola Pesce.

Cozzolino parla dei suoi progetti, della sua visione della Regione. “Dobbiamo restituire prestigio e autorevolezza alla Regione, riportarla in mezzo ai cittadini. Siamo la Regione che in quattro anni ha raddoppiato la povertà e non produce ricchezza”.

Presente anche l’ex europarlamentare Pino Arlacchi, tra loro un accordo elettorale. Arlacchi infatti dovrebbe subentrare a Cozzolino in Europarlamento, nel caso di sua elezione a palazzo Santa Lucia.

“Riqualificare e rigenerare i grandi quartieri popolari, bonificare e mettere in sicurezza i territori – continua Il candidato alle primarie napoletano – abbiamo tra grandi fiumi: Sele, Sarno e Volturno che se bonificati restituiranno litorale marino creando turismo e occupazione”.

Sulla Sanità l’europarlamentare ricorda: “92mila cittadini campani hanno deciso di curarsi fuori regione, nonostante gli 8-9 miliardi impegnati nel comparto. Qualcosa non funziona allora”.

Dalla Sanità ai trasporti: “riprendere gli investimenti, aumentando il servizio e rendendolo più efficiente, questa Giunta regionale lo ha quasi dimezzato”.

Infine l’appello al Partito Democratico: “non siano usate sentenze per fermare le primarie, il 22 è l’ultima data utile”.

Adriano Falanga

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati