Real Temeraria – Scafatese 1-0

Beffa sul finale per la Scafatese Calcio 1922 che torna a mani vuote dalla trasferta di Prepezzano con la Temeraria San Mango a causa di un gol arrivato nei minuti finali.

Sul campo in erba sintetica del “Giannattasio” gli uomini di Macera si presentano con il consueto 4-3-3, con il tridente offensivo composto da Martone punta centrale, l’esordiente Palumbo a destra e il capocannoniere Somma a sinistra. Proprio sul destro del numero 10 capita la prima occasione, con un tiro velenoso che viene deviato in angolo dal portiere avversario. La Temeraria San Mango risponde con una ripartenza pericolosissima culminata col tiro di Mauro Della Monica, ma il portiere canarino Ciccarelli è attento e dice di no. Al 28′ l’episodio che potrebbe cambiare il match: al limite dell’area casalinga è perfetta la combinazione gialloblu per liberare Martone che insacca, ma la rete viene annullata dal secondo assistente Pisani per un dubbio fuorigioco. I canarini ci credono e mantengono il baricentro alto, mentre i padroni di casa provano a colpire in contropiede, come quello del minuto 38, con Malangone che sciupa.

Nella ripresa Scafatese ancora a trazione offensiva, con l’insistita azione offensiva del minuto 54 che si conclude con un nulla di fatto, ma sono i padroni di casa ad avere l’occasione più ghiotta dopo uno svarione della difesa canarina, portata in salvo da un ottimo Ciccarelli. Macera toglie Palumbo e avanza Scognamiglio come esterno alto a destra e proprio il numero 7 prova a colpire di destro al 74′ mancando di poco lo specchio. Sembrerebbe dover finire a reti bianche, ma allo scadere, dopo una punizione dubbia fischiata, parte la ripartenza della Temeraria che si conclude col gol vittoria di Piacente, entrato da poco al posto di Risi. Alla Scafatese non serve il forcing finale per rimettere in piedi il match e il triplice fischio di Perillo di Agropoli sancisce la sconfitta finale. Adesso la testa è già alla sfida di domenica col Real Sarno.