Riesumata la salma di Maria Rosaria Santese

Riesumata la salma di Maria Rosaria Santese, la ventenne di Battipaglia, morta due settimane fa dopo essere rimasta coinvolta in un incidente stradale in via Cupa Filette. La decisione è stata assunta dal sostituto procuratore della Repubblica di Salerno, Elena Cosentino, che coordina le indagini. Ieri è stata effettuata l’autopsia all’obitorio dell’ospedale Santa Maria della Speranza.

L’obiettivo degli inquirenti è quello di stabilire esattamente le cause del decesso della giovane, che lo scorso 19 maggio ha perso la vita mentre era in sella alla sua Vespa e si scontrò con un Suv, condotto da una 46enne, ora indagata per omicidio colposo ed alla quale subito dopo l’incidente mortale è stata ritirata la patente di guida.

Gli inquirenti e gli agenti della polizia municipale sono al lavoro per far piena luce sull’incidente.

Sono stati acquisiti ache i tabulati dei cellulari di Maria Rosaria Santese e della donna che conduceva il Suv per stabilire se le due donne stessero utilizzando il telefono, mentre è avvenuto lo scontro. La polizia municipale nei giorni scorsi ha acquisito le immagini filmate dalle telecamere posizionate nella zona.

A darne notizia Il Mattino

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati