Rischio frane, incontro a Sant’Antonio Abate

Lunedì 4 settembre 2017, si è svolto, presso il Comune di Sant’Antonio Abate, un incontro per prevenire il rischio di smottamenti e frane dopo gli incidenti delle ultime settimane.

In seguito ai numerosi focolai che hanno interessato i Monti Lattari, al fine di valutare le conseguenze ambientali degli incendi e di verificare la possibilità di effettuare sopralluoghi presso i luoghi degli incendi, è stato convocato un tavolo tecnico per concordare le azioni da intraprendere per le rispettive competenze per poter giungere in tempi celeri alla risoluzione della problematica. A tale scopo sono stati convocati: il Sindaco di Gragnano Dott. Paolo Cimmino; il Sindaco di Lettere Dott. Sebastiano Giordano; il Sindaco di Casola Dott. Domenico Peccerillo; il Sindaco di Santa Maria la Carità Dott. Giosuè D’Amora; il Settore provinciale genio civile di Napoli Arch. Gabriella De Micco; il Presidente SMA Campania Dott. Biagio Iacolare; il Commissario Straordinario Consorzio di Bonifica Integrale Compransorio Sarno Avv. Mario Rosario D’Angelo.

Presenti all’incontro: il Vice Sindaco di Sant’Antonio Abate Antonio Criscuolo, l’Arch. Carmela Esposito, Assessore del Comune di Sant’Antonio Abate (con delega al dissesto idrogeologico); il Sindaco del Comune di Lettere Avv. Sebastiano Giordano; il Sindaco del Comune di Casola Dott. Domenico Peccerillo; il Geometra del Comune di Casola; il Sindaco di Gragnano Dott. Paolo Cimmino (insieme all’Assessore Sara Elefante e alla resp. Ufficio Tecnico) ed il Presidente SMA Campania Dott. Biagio Iacolare.

L’incontro si è concluso – considerata la criticità del problema – con la richiesta (che però era già stata fatta lo scorso 7 agosto 2017) di un incontro urgente con il Presidente della Regione Campania Dott. Vincenzo De Luca; l’Assessore Regionale all’Ambiente Dott. Fulvio Bonavitacola; il Consigliere Regionale Dott. Alfonso Longobardi; il Sindaco Metropolitano Dott. Luigi De Magistris. Di seguito, la lettera sottoscritta dai Sindaci dei Comuni di Sant’Antonio Abate, di Gragnano, di Lettere, di Casola e di Santa Maria la Carità:

OGGETTO: Convocazione incontro al fine di prevenire il rischio di smottamenti o frane a seguito degli incendi delle ultime settimane ed in vista delle eccezionali piogge autunnali ed invernali.

Carissimo Presidente, Carissimo Assessore, Carissimo Sindaco

E’ un’intera comunità a scrivervi, e non solo cinque Sindaci di Comuni a ridosso dei Monti Lattari. Questa mattina ci siamo incontrati, a seguito dei numerosi focolai che hanno interessato anche i Monti Lattari al fine di valutare le conseguenze ambientali degli incendi delle ultime settimane e per verificare la possibilità di effettuare sopralluoghi sui luoghi degli incendi per valutare possibili rischi di smottamenti o frane a ridosso dei centri abitati e di strade al fine di contenere il pericolo per la pubblica incolumità ed in considerazione dell’urgenza nell’affrontare l’argomento in oggetto, visto l’avvicinarsi della stagione autunnale. Da tale tavolo è emersa la necessità di interfacciarsi con la Regione Campania e la Città Metropolitana di Napoli per effettuare in maniera concreta tale analisi anche in valutazione dei certi rischi idrogeologici procurati dai roghi estivi e al fine di evitare di trovarci impreparati all’arrivo delle prime piogge. Si rende quindi necessario scongiurare il peggio, a difesa dei nostri territori. Pertanto si chiede in maniera URGENTE l’apertura di un tavolo tecnico permanente al fine di concordare le azioni da intraprendere per le rispettive competenze onde poter giungere in tempi celeri alla risoluzione della problematica esposta.