Salerno. Aggredita da un uomo, ragazza in fin di vita

Picchiata selvaggiamente e sbattuta più volte contro un muro. La brutale aggressione, ieri, venerdì 29 luglio intorno alle 22, a Salerno, nei pressi del Grand Hotel. Vittima una ragazza, presumiibilmente somala, che è stata soccorsa e trasportata al “Ruggi”. La giovane è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa, durato circa due ore, ed è ricoverata in rianimazione in stato di coma. La prognosi è riservata. L’uomo, un polacco, al quale la donna pare fosse legata sentimentalmente, l’ha presa a calci, e poi, quando ha perso i sensi, l’ha sbattuta più volte con la testa contro un muretto. Il 45enne polacco è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.