Salerno, detenuto rischia il linciaggio

Un detenuto magrebino nel carcere di Fuorni a Salerno ieri pomeriggio ha rischiato il linciaggio dopo aver divelto e lanciato alcuni arredi del bagno contro una ventina di altri carcerati. Lo rendono noto fonti sindacali.
Il tutto è avvenuto in luogo dove i detenuti svolgono attività ricreative. Sono dovuti intervenire circa 30 agenti di polizia penitenziaria per evitare il peggio.

“La tensione determinata dal sovraffollamento – commenta Ciro Auricchio, segretario regionale del sindacato di categoria Uspp – e la cronica carenza di personale stanno rendendo infernale il lavoro della polizia penitenziaria. Sono criticità che necessitano – conclude Auricchio – immediate soluzioni”.