Salerno. Dipendente Asl denunciato per truffa aggravata

Durante una attività di ordine pubblico effettuata mercoledì scorso dal personale della Polizia di Stato appartenente alla DIGOS della Questura di Salerno in occasione della manifestazione di protesta dei dipendenti delle ditte di sanifica-zione ospedaliera, gli agenti hanno accertato che un dipendente dell’ASL di Salerno stava perpetrando una truffa in danno dell’azienda sanitaria.

In particolare, i poliziotti hanno accertato che l’impiegato, dopo essersi arbitrariamente allontanato dall’Ufficio per diverse ore, vi faceva rientro nel pomeriggio, nell’approssimarsi dell’orario di fine turno, da un ingresso secondario, con l’unico scopo di marcare l’orario di uscita col badge personale.

Nella circostanza l’uomo, pur avvedutosi della presenza di personale della Polizia di Stato, avrebbe tentato in diverse occasioni di approfittare del momento propizio per timbrare il cartellino senza dare nell’occhio, con esito negativo.

Ad un certo punto l’impiegato, ritenendo che in quell’istante i poliziotti fossero disattenti in quanto impegnati in altre attività di Polizia, si è avvicinato ancora una volta al dispositivo elettronico ed ha timbrato il badge registrando l’orario di uscita.

I poliziotti che tenevano d’occhio l’impiegato, avendone capito le intenzioni truffaldine, lo hanno immediatamente bloccato contestandogli il reato commesso; l’uomo per difendersi dall’accusa di truffa ha dichiarato ai poliziotti di essersi dovuto assentare per breve tempo dall’Ufficio per spostare l’autovettura nel parcheggio aziendale, ma le sue giustificazioni sono apparse palesemente infondate.

Per tale motivo l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, perché ritenuto responsabile di truffa aggravata in danno dell’ASL.