Salerno Provincia. Rischio di frane e alluvioni per 592mila abitanti

Rischio frane e sismico nella provincia di Salerno. Un nesso molto stretto. Nella provincia di Salerno sono oltre 592mila persone che vivono in prossimità e nelle zone ad altro rischio frana. 290mila vivono in aree a rischio alluvione. Sono i dati di un indagine condotta congiuntamente dall’Istat, l’istituto nazionale di ricerca e dall’Ispra, l’istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale e pubblicati nell’edizione odierna de”Il Mattino”.

Nel rapporto sono tre le tipologie di rischio concreto: quello vulcanico, quello idrogeologico e quello sismico. Il report mette a confronto anche un’altra informazione che ben s’intreccia con gli indici di movimento del terreno, partendo dall’anno di costruzione delle case e i materiali usati per le realizzazione degli edifici nella provincia di Salerno.

Il dato: da Scafati a Sapri il 68.69 per cento delle case risulta essere stato costruito prima del 1980 – il cosiddetto anno zero per la provincia, rapportato ai danni che il sisma provocò alle abitazioni. Il 29 per cento delle abitazioni è stato realizzato tra il 1981 e il 2005. Solo il 2 per cento dei circa 500 mila edifici residenziali della provincia è stato costruito negli ultimi dodici anni.

In termini assoluti, vale a dire che dal 2005 a oggi sono stati realizzati solo 10mila nuovi palazzi in tutta la provincia. Quello che maggiormente preoccupa è che oltre l’80 per cento di queste case normalmente risulta abitata da almeno una persona ed è stata realizzata più frequentemente in muratura portante piuttosto che in calcestruzzo armato.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati