Salerno. Scuola. Polemiche e malumori dopo l’assunzione dei 163 docenti

Polemiche e malumori dopo l’assunzione dei 163 docenti di scuola media primaria e secondaria nella provincia salernitana. Polemica alimentata fondamentalmente dalla convocazione per l’immissione in ruolo anche dei docenti inseriti con riserva nelle Graduatorie a esaurimento a seguito di un provvedimento cautelare.

104 i docenti abilitati con Tirocinio Formativo Attivo e Percorsi Abilitanti Speciali che hanno ottenuto dai giudici provvedimento d’inserimento a pettine nelle graduatorie a esaurimento dei precari storici. Trenta per l’esattezza. Docenti che sono stati assunti con riserva, come sostiene a “Il Mattino”, il dirigente del CSA di Salerno, Renato Pagliara.

In caso di sentenza negativa andranno incontro alla cancellazione dal ruolo con la probabile rescissione del contratto. I docenti individuati per materie sono stati così ripartiti: italiano alle superiori 11 immissioni, sostegno 12 posti, undici nomine per matematica e dieci per fisica. Terminate le operazioni di nomina resta ben poco da assegnare ai supplenti.

Per chi resta ancora nello status di precario soltanto pochi spezzoni orari e cattedre residue in provincia. Gli esuberi in organico di diritto, soprattutto alle scuole dell’infanzia ed elementari, registrano una settantina di 70 docenti collocati in assegnazione provvisoria per effetto di sentenze dei giudici.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati