Sanità. Gambino attacca De Luca

Radioterapia e riattivazione del pronto soccorso a Scafati: De Luca dia risposte concrete. E’ questo in sintesi l’appello lanciato dal Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alberico Gambino, al Governatore della Regione Campania.

“Il 18 Gennaio 2016 il Governatore De Luca visitava, in pompa magna ed accompagnato da un codazzo di dirigenti provinciali e locali del PD, il Presidio Ospedaliero Andrea Tortora di Pagani promettendo, al culmine della visita, che in dodici mesi sarebbe stato realizzato il centro radioterapico nel presidio e che in dieci giorni si sarebbe avuto il cronoprogramma dei lavori – dichiara Gambino -. Dopo sette mesi trascorsi, senza nemmeno avere il cronoprogramma dei lavori, il Governatore De Luca – rispondendo ad una mia precisa accusa di ingiustificato ritardo – ha comunicato, il 26 Luglio 2016 in Consiglio Regionale, che il centro radioterapico sarà pronto entro “ un anno e mezzo”, cioè entro il 31 Dicembre 2017.
Con buona pace di quanti continuano a ritenere, propalando false notizie, che il Governatore De Luca a breve risolverà il problema.
Il 16 Febbraio 2016, in Consiglio Regionale in fase di Question time ad una mia precisa interrogazione regionale, affermava – per il tramite dell’Assessore Fortini – che in brevissimo tempo sarebbe stato accreditato il Centro radioterapico D’AM di Nocera Inferiore in modo da consentire, anche nelle more della realizzazione del centro radioterapico presso l’Ospedale A. Tortora, ai pazienti del’Agro di evitare viaggi costosi e disagiati per usufruire di una terapia salvavita.
Nemmeno quest’impegno ufficiale è stato mantenuto e, anzi, con DCA 54/2016, pubblicato sul BURC del 08 Agosto, è stata decretata la fine “ della fase sperimentale del Radiosurgery di Agropoli”, un’eccellenza nel campo della radioterapia, per cui – senza interventi urgenti della Regione Campania – anche questo afferma scomparirà ed i pazienti vedranno ulteriormente ridurre il novero delle possibilità di cura potendo contare, ovviamente, solo su tre centri sussistenti a Salerno città oppure recarsi nel territorio napoletano”.

Attenzione rivolta anche ai presidi di Scafati e Agropoli. “Della riattivazione del Pronto Soccorso di Scafati nemmeno a parlarne, di quello di Agropoli se ne riparlerà l’anno prossimo, delle assunzioni di personale ora, forse, si incominciano ad avviare le selezioni che – contrariamente a quanto affermato dal Governatore – riguarderanno, forse, poco più di ottocento unità per l’intero territorio salernitano (ASL Salerno e Azienda Ospedaliera Ruggi D’Aragona) come stabilito dal DCA 67 del 14 Luglio 2016 che afferma in 4.951 il numero massimo di unità di personale complessivo (medici, tecnici, amministrativi, infermieri)a fronte delle propagandate 11.000 e più sull’intero territorio regionale – conclude -. Il Governatore De Luca dovrebbe capire che la Regione Campania non è solo la città di Salerno. La Regione Campania è un territorio vasto con esigenze precise e variegate a cui un buon governo dovrebbe dare risposte serie e concrete, nel rispetto di tutti i cittadini”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati