Sanità. Gambino: “De Luca si cali nel mondo reale e smetta di dire stupidaggini”

“Leggo con piacere che, finalmente, il Governatore De Luca si è reso conto che il Governo Nazionale – da lui sostenuto a spada tratta – è il vero responsabile dello sfascio della Sanità in Regione Campania e, quindi, mi auguro che da oggi in poi incominci davvero a calarsi nel mondo reale e a smetterla di dire stupidaggini come quelle che sul sistema sanitario regionale – e non solo – ha propalato a iosa durante la campagna elettorale e nei primi mesi del Suo governo”. Così in una nota il Consigliere regionale di FdI, Alberico Gambino.

“Il Commissario ad acta per il piano di rientro sanitario, oggi Polimeni ieri Caldoro e prima ancora Bassolino, opera sulla scorta di regole imperative nazionali che un governo scellerato ed inadeguato, quello del trinomio Renzi/Lorenzin/Padoan, ha continuato ad imporre – per il 2016 e senza ragione – alla Regione Campania nonostante i bilanci degli ultimi due anni siano stati chiusi in attivo – va avanti Gambino -. Come era facile prevedere, oggi il Governatore De Luca si rende conto che le stupidaggini incominciano a dimostrarsi tali e, quindi, tenta di coprire “il fallimento annunciato e prevedibile” del SUO esagerato libro dei sogni elettorale con una polemica stucchevole e teatrale rinunciando, invece ed ancora una volta, all’unica cosa concreta e reale che gli resta da fare: smettere i panni dell’affabile Mister Hyde mediatico e vestire quelli del Presidente della Giunta Regionale che incomincia a raccontare ai cittadini il “ vero stato in cui vive la Regione Campania”, di gran lunga diverso da quello che da mister Hyde ama raccontare ai media. Ma se la polemica di queste ore deve servire per far si che il Consiglio Regionale riesca a riappropriarsi del proprio ruolo nella materia sanitaria, come in quella dei trasporti pubblici piuttosto che della semplificazione amministrativa vera e concreta, allora ben venga anche la polemica e la prova di forza”.

Il consigliere regionale punta poi l’attenzione sui presidi dell’Agro e del salernitano.

“Come il Gruppo Consiliare FDI sta chiedendo da mesi – prosegue Gambino -, il Governatore De Luca incominci ad adottare gli atti deliberativi di Giunta regionale finalizzati a concedere il dovuto ed obbligato accreditamento al Centro Radioterapico D’AM di Nocera Inferiore – come anche garantito in Consiglio Regionale il 16 Febbraio 2016 in risposta ad una mia specifica interrogazione consiliare – in attesa di concretizzare il centro radioterapico nel P.O. Andrea Tortora di Pagani che richiede tempi lunghissimi come ben sapeva il Governatore De Luca anche il 18 Gennaio 2016 allorchè quantificò e codificò – ancora una volta da mister Hyde – i tempi di realizzazione in meno di un anno.

Contestualmente la Giunta Regionale autorizzi la Casa di Cura Malzoni di Agropoli a svolgere, come ha sempre fatto per decenni, le funzioni di Pronto Soccorso vero e concreto, essendo consapevoli che “l’annunciata apertura dal 1 Luglio 2016 del Pronto Soccorso nel P.O. di Agropoli” rappresenta l’ennesima bugia nella cui diffusione il Governatore De Luca è maestro indiscusso ed insuperabile e, ancora e sempre in Agropoli, blocchi l’annunciata “ cessazione delle attività del Radiosurgery” nel settore radioterapico.

Allo stesso modo proceda, senza indugi, nell’attivare il Pronto Soccorso nel P.O. di Scafati (che è cosa semplice e facile) e nel determinare, come dice di aver fatto per i pazienti diabetici, anche il fabbisogno dei pazienti dialitici e, soprattutto, dispieghi “l’istituito servizio ispettivo sanitario” per verificare se – come da norma imperativa – tutti i centri di dialisi pubblici e/o convenzionati rispettano l’obbligo del doppio turno giornaliero massimo In queste azioni, se sviluppate e portate avanti, avrà il sostegno ed il supporto del Gruppo Consiliare Regionale FDI il cui unico interesse è quello di garantire e tutelare i territori e le esigenze reali delle comunità residenti. Continuando ad operare come sta facendo, soddisferà qualche piccolo interesse di bottega e/o conferirà qualche ennesimo incarico – conclude – ma continuerà ad essere solo maestro di bugie a danno dei cittadini che già rimpiangono la sobrietà e la concretezza del Presidente Caldoro”.