Sant’Antonio Abate. Arriva l’App per pagare la sosta

Un nuovo modo di parcheggiare arriva a Sant’Antonio Abate grazie a myCicero, l’app diffusa su tutto il territorio nazionale con la quale è possibile pagare la sosta, acquistare i biglietti del treno e scoprire itinerari e orari dei mezzi pubblici direttamente dal proprio smartphone.

Si terrà martedì 19 settembre 2017 la conferenza stampa di presentazione al pubblico di questo nuovo servizio, presso la Biblioteca Comunale sita in Via Kennedy, Sant’Antonio Abate (NA).

L’applicazione, messa a punto da Pluservice, azienda italiana leader nello sviluppo di soluzioni software legate alla mobilità, offre agli utenti la possibilità di sostare sulle strisce blu con un semplice click, superando così il problema delle monete che non bastano mai. Il sistema consente di trovare il posteggio più vicino e di attivare e disattivare la sosta direttamente da app: myCicero riconosce automaticamente la zona e la tariffa da applicare e provvede ad addebitare soltanto i minuti effettivi di permanenza. Nel caso invece sia necessario rimanere più del dovuto, non è necessario tornare all’auto per prolungare la durata della sosta: basta cambiarla dal proprio smartphone. E chi non dispone di un telefono di ultima generazione può utilizzare comunque il servizio con una chiamata o un sms. Per utilizzare myCicero è sufficiente scaricare l’app gratuita (disponibile per Ios e Android) e scegliere tra i tanti metodi di pagamento messi a disposizione, dalla carta d credito, al conto corrente, fino al contante presso tutte le ricevitorie SisalPay. Con la stessa app è anche possibile pianificare i propri spostamenti con i mezzi pubblici in tutta Italia e acquistare anche i biglietti del treno.

“La necessità di muoversi ogni giorno – afferma Giorgio Fanesi, presidente di Pluservice – impone ai cittadini di confrontarsi con una serie di incombenze che myCicero permette di risolvere in modo pratico e veloce. La comodità e la semplicità di utilizzo costituiscono uno degli elementi primari nella decisione di utilizzare il servizio”.