Sant’Egidio. “Balvano 1944. Indagine su un disastro rimosso”

I Venerdì d’Autore alla biblioteca Ferrajoli di Sant’Egidio del Monte Albino intessono l’indagine su uno dei più grandi disastri ferroviari del ‘900 alla storia della cittadina, con la presentazione del libro di Gianluca Barneschi: “Balvano 1944. Indagine su un disastro rimosso”. La tragedia ferroviaria accaduta nel potentino, nella quale 14 cittadini di Sant’Egidio hanno perso la vita. E della quale la Pro Loco ha scelto di parlare nella sua rassegna letteraria venerdì 5 maggio alle ore 20,00.

L’opera di Barneschi è una delle più ampie ricostruzioni del disastro accaduto nella Galleria delle Armi a Balvano, provincia di Potenza, a pochi metri dal confine con la Campania. Qui, nelle prime ore del 3 marzo a944, più di 600 persone morirono in un assurdo ed incredibile incidente ferroviario. Il più grave della storia. Un vero e proprio Titanic su binari. Solo che, a differenza del Titanic, questa tragedia con molti responsabili e nessun colpevole è stata ignorata. Centinaia di famiglie dal marzo 1944 attendono ancora verità, spiegazioni e un risarcimento morale. Per la morte dei loro cari che, per sfamare le famiglie, si arrischiavano in viaggi disperati verso la Lucania, dove ancora si poteva sperare di trovare cibo a prezzo ragionevoli e non a borsa nera. Per una tragedia affogata tra indagini sbrigative, censura militare e ragion di stato. Totalmente ignorata dai più.

Gianluca Barneschi, avvocato romano con la grande passione per le indagini storiche, presenta il suo saggio, frutto di ricerche ventennali negli archivi di tutto il mondo, e che rivela fatti finora nascosti o impossibili da trovare in Italia, tra faldoni mancanti negli archivi nazionali e documentazioni incomplete.

Il presidente della Pro Loco Salvatore Ferraioli sottolinea: “Assieme ai soci che hanno collaborato alla realizzazione della rassegna, abbiamo deciso di parlare anche del disastro di Balvano perché è una pagina nera della storia italiana, che ha portato via in maniera tragica 14 persone di Sant’Egidio. Se abbiamo fatto nascere la biblioteca Ferrajoli per dare un punto di riferimento culturale alla nostra cittadina, abbiamo pensato che fosse giusto parlare anche di questo evento. Per farne conoscere gli effetti sulla nostra comunità, per conoscere meglio noi stessi e la nostra storia.”.

Il Programma
21 aprile 2017: “Aiuto! Mi si sono rotte le acque” – Michela Giordano
28 aprile 2017: “Legami d’amore” – Maria Rosa Nuvoletta
5 maggio 2017: “Balvano 1944. Indagine su un disastro rimosso” – Gianluca Barneschi
12 maggio 2017: “Resistenze. Esperimenti di microstoria attraverso tre biografie” – Nunzia Gargano
19 maggio 2017: “Nero. Diario di una ballerina”. – Letizia Vicidomini
26 maggio 2017: “Quarto piano interno tredici” – Pia Napoli
9 giugno 2017: “Storia dell’Italia Mafiosa” – Isaia Sales
16 giugno 2017: “Il buio dentro” – Antonio Lanzetta.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati