Sarno. Arrivano venti bocche antincendio da installare nel centro storico

Idranti per aumentare la sicurezza urbana. Su disposizione del vicesindaco Gaetano Ferrentino arrivano venti bocche antincendio da installare nel centro storico. Dietro richiesta di Ferrentino, infatti, già lo scorso anno fu elaborato un piano per individuare alcuni punti critici dell’abitato dove risulta particolarmente impervio l’operato dei Vigili del Fuoco. Sull’intero territorio, sono stati individuati circa 60 spazi dove collocare gli idranti.

“Abbiamo ovviamente deciso-illustra Ferrentino- di agire per priorità. Nel senso che abbiamo dato precedenza ai nuclei abitativi pedemontani e storici, dove spesso avvengono incendi e risulta difficilissimo spegnerli. Il progetto si svilupperà in tre fasi”.

Il centro storico ha un edificato stretto e lungo, addossato alla fascia pedecollinare di Sarno, servita da due assi stradali paralleli alla linea collinare e da una serie di strette strade perpendicolari. Il tessuto edificato e, quindi, le strade, sono di antico impianto, quasi tutto risalente al XV secolo, per cui risultano tutte strette ed impercorribili ai mezzi di soccorso soprattutto ai mezzi dei VVF. L’edificato è a stretto contatto con la fascia collinare che è spesso interessata dagli incendi boschivi e da incendi di interfaccia, nonché da varie emergenze tra cui anche l’incendio di edifici adibiti ad abitazioni.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati