Sarno. Questione idrica a Lavorate, al via gli interventi

Questione idrica Lavorate. Dopo aver recepito il disagio straordinario dovuto alla carenza idrica nella frazione, che perdurava da diversi mesi, l’amministrazione ha attivato la Gori per una seria ricognizione degli impianti e delle pressioni. Finalmente, è stata individuata la causa del disservizio anche in zone tradizionalmente ben servite.

“Ovviamente – spiegano dal Comunea-, il problema è dovuto alla vetustà della rete di distribuzione sulla quale Gori, negli anni, non aveva mai fatto manutenzioni importanti. Nello specifico, all’altezza dell’ufficio postale, esistono due camere: una della regione per la sua condotta e un’altra, formata da tre saracinesche, per l’approvvigionamento locale. Sia la condotta regionale che quella locale presentano problemi. Per quella locale, risalente molto nel tempo, ci sono le tre saracinesche che non funzionano e non consentono manovre perché arrugginite e bloccate. Una di queste, addirittura, con meccanismo rotto è chiusa. Tutto verrà sostituito e rimodernato in coordinamento tra Regione e Gori con un lavoro che richiederà diverse ore. Intanto, la Gori, come primo intervento, per alleviare il disagio, ha creato un bypass per aggirare le saracinesche e aumentare le pressioni. L’intervento idrico sarà importante e si lega al rifacimento della rete idrica colabrodo e incapiente di Masseria Spagnuolo, che partirà a giorni. Inoltre, è in corso una attività di pulizia straordinaria di alcuni canali”.