Scafati. Discarica abusiva in via Calvanese, scoppia la rabbia di Angelo Matrone.

“In uno Stato democratico la discarica di via Calvanese non esisterebbe. Il commissario Saladino azzeri il Cda dell’Acse e apra una inchiesta interna per fare chiarezza sull’impianto di video sorveglianza che avrebbe dovuto stanare gli incivili”. Così Angelo Matrone, già consigliere comunale, interviene su quello che sta succedendo nella zona periferica della città a poca distanza dall’impianto di depurazione del Medio Sarno.

“Basta con i rimpalli di responsabilità. Chi ha sbagliato deve pagare. Il signor Mimmo Casciello, sempre in prima linea quando si tratta di mettersi in mostra per meriti che non gli appartengono, non vede quello che succede a pochi passi da casa sua? Si tappa il naso?”. Matrone chiede un intervento concreto al commissario prefettizio. “Capisco che il personale a sua disposizione non abbia le competenze giuste perché a Scafati negli ultimi anni la meritocrazia è stata un criterio accantonato. Per questo gli chiedo di intervenire in prima persona. L’Ente ha speso 25mila euro per il sistema di videosorveglianza che non funziona. Dia inizio a un’inchiesta interna per punire i responsabili. Sarebbe il primo segnale di cambiamento, dopo anni di torpore, per la nostra città”.