Scafati. Donna minacciata con una pistola, l’allarme di Matrone

“Ho paura. Giovedì sul tardo pomeriggio una moglie, una mamma, una signora perbene, una nostra concittadina è stata minacciata con una pistola da due balordi, mentre attendeva serenamente nella propria auto l’arrivo della figlia. Erano appena le 8 di sera. Per fortuna una volante dei carabinieri si trovava di passaggio proprio lì ed è prontamente intervenuta. Sono ancora più convinto che gli appelli lanciati e le denunce presentate nel tempo per avere a Scafati un comando della polizia e più forze dell’ordine non siano bastati. Mi voglio impegnare a fare di più in tema di sicurezza. Scafati è e deve essere una città di pace non di guerra. Non permettiamo a nessuno di trasformarla in un far west. Venga anche l’Esercito se necessario”. Angelo Matrone non usa mezzo termine per commentare l’allarme sicurezza riesploso a Scafati in queste ultime ore. L’ex consigliere comunale è rimasto scioccato nell’apprendere che un giovane ha tentato di rubare un Rolex a una donna.

Un intervento con cui Matrone vuole evidenziare come, in questa pur dolorosa circostanza, l’accostamento dell’esercito alle forze dell’ordine consenta di funzionare da deterrente per la microcriminalità.

“In altre zone d’Italia questo esperimento è stata la prova provata che l’affiancamento dell’esercito alle forze dell’ordine in funzione preventiva ha un indubbio effetto deterrente per la microcriminalità ed in particolare contro la perpetrazione di reati particolarmente odiosi quali furti, rapine e truffe agli anziani. Su questo punto sono sempre stato coerente, chiedendo che le forze dell’ordine, i cui sacrifici e dedizione alla lotta al crimine non sono mai venuti meno, siano affiancate, nel controllo del territorio, dall’esercito”.

Stop dunque ai tagli sulla sicurezza. “Sarebbe opportuno che le nostre forze dell’ordine potessero contare su maggiori risorse e maggiori unità invece di subire costanti tagli. E’ assurdo vivere così a Scafati. Lo Stato dia risposte concrete alla gente di questa terra”.