Scafati. No Gori, “grillini” contro Aliberti

Nuova proroga della Gori alla sospensione del pagamento delle Fatture relative alle tanto contestate Partite Pregresse ante 2012. La società di Ercolano ha deciso di rinviare il tutto al 28 Febbraio, decisione che somiglia tanto ad un’attesa elettorale che ad una ricerca di soluzione. Almeno è quanto sostengono gli esponenti dell’associazione Scafati Cinque Stelle, del meet up del M5S.

“Si continua ad agire solo con proroghe dei pagamenti dunque rinviando la problematica. Atteggiamento furbo in attesa delle prossime regionali – spiegano gli attivisti, che attaccano il primo cittadino Pasquale Aliberti – In tutti questi anni abbiamo chiesto a gran voce al sindaco di seguire il percorso della rete dei sindaci per la messa in liquidazione definitiva della Gori e alla fine ha aderito ma solo in maniera formale”.

Infatti, nonostante il consiglio comunale abbia unanimemente deliberato di aderire alla Rete dei Sindaci, sembra che Aliberti ancora non abbia però formalmente firmato la convenzione. “Pubblicamente afferma di battersi in prima fila per la ripubblicizzazione del servizio idrico ma constatiamo la sua totale assenza ad incontri e manifestazioni – incalzano i grillini – L’ultima in ordine cronologico è stato il “No Gori Day” a Napoli del 24 gennaio scorso, manifestazione che ha visto la partecipazione dei comitati, associazioni e dei sindaci impegnati in questa battaglia. Il comune di Scafati era presente solo grazie all’Associazione Scafati cinque stelle e abbiamo ancora una volta constatato l’assenza del sindaco e dei suoi assessori. Allora ci chiediamo perché ha aderito alla rete dei sindaci se poi non segue attivamente e realmente il percorso intrapreso dagli altri sindaci? E gli assessori che tanta pubblicità si fanno su quest’argomento quando la smetteranno di fingere?”

I pentastellati puntano l’indice anche le altre forze politiche: “Le opposizioni, PD compreso, cha fine hanno fatto? I proclami e gli appelli No Gori intonati da tutti non sono più sufficienti, la gente ha capito che manca la volontà politica di intraprendere questo percorso di ripubblicizzazione, ci sono troppi interessi da difendere, serbatoi di voti da dover a tutti i costi alimentare. Noi come sempre siamo e saremo dalla parte dei cittadini onesti che purtroppo si sentono continuamente vessati da questi poteri forti. – concludono da Scafati Cinque Stelle – Continueremo a seguire la vicenda lavorando in simbiosi con il nostro deputato Luigi Gallo e i comitati per l’acqua pubblica per uscire finalmente da questa gestione scellerata di un bene così importante come l’acqua”.

Adriano Falanga

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati