Scafati. Rete fognaria, la stoccata di Angelo Matrone:

“Dopo mesi di appelli inascoltati, finalmente chi rappresenta gli scafatesi in Regione Campania si è accorto che i lavori legati alla rete fognaria stanno generando caos in tutta la città”. Angelo Matrone, ex consigliere comunale di Scafati, non usa mezze misure per contestare chi, in primavera inoltrata, si è ricordato dei disagi che, ormai da tempo, attanagliano la comunità.

“Scafati pare una città distrutta, ma solo adesso ci si rende conto dei danni causati alla viabilità e non solo. I pedoni sono costretti a trovare marciapiedi di fortuna e i commercianti stanno subendo un significante calo delle entrate a causa delle strade chiuse, per non parlare del traffico, che si è notevolmente intensificato” ha continuato. “Nonostante i miei continui solleciti, l’incontro organizzato col direttore dei lavori della rete fognaria, le missive indirizzate ai vari organi istituzionali, nessun provvedimento è stato preso”.

Nei mesi scorsi Matrone aveva sollecitato anche il presidente Vincenzo De Luca. “Da tempo ho chiesto un incontro con il Governatore della Regione per denunciare tutto questo e illustrare le proposte di risoluzione del problema che il sottoscritto, insieme a esponenti della società civile, ha in mente. C’è gente che sta vivendo un incubo. Scafati merita un futuro migliore come ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Io ci credo davvero. Per questo le istituzioni non possono ignorare la nostra comunità. Gli scafatesi meritano rispetto, anche quello di chi si è dimenticato di loro e da mesi pensa ad altro. Gli interventi di facciata servono a poco”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati