Sequestrate 72 tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi

Nell’ambito delle attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione degli illeciti ed in particolare di quelli di natura ambientale, i finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno sequestrato 72 tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi. In particolare, i finanzieri del II Gruppo Napoli, nel corso di un’attività ispettiva all’interno dell’area portuale destinata allo sbarco dei veicoli e dei passeggeri provenienti dalla Sicilia, hanno sottoposto a controllo un automezzo condotto da un cittadino extracomunitario. Il furgone trasportava un carico di rifiuti speciali e pericolosi costituiti da parti meccaniche di veicoli, motori non bonificati, lamierati e altro, per i quali il conducente non ha esibito le previste autorizzazioni per il trasporto, in totale violazione delle norme previste dal d.lgs. 152/2006.

Le indagini hanno consentito di individuare il luogo dove erano destinati i rifiuti, di cogliere in flagranza di reato 3 soggetti extracomunitari intenti a scaricare da un furgone altri rifiuti speciali trasferendoli in un container destinato presumibilmente all’esportazione verso altri paesi, e di scoprire l’esistenza di un’attività abusiva di raccolta e stoccaggio di rifiuti speciali e pericolosi.

Al termine dell’intervento sono stati sequestrati complessivamente 72 tonnellate di rifiuti, 2 furgoni e 4 container, mentre 4 extracomunitari sono stati denunciati all’autorità competente per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati