Sequestro di “bionde” al porto di Salerno. I Finanzieri fermano un marinaio

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Salerno, in collaborazione con funzionari dell’Ufficio delle Dogane, nell’ambito dei controlli effettuati sulle merci circolanti all’interno dell’area portuale, hanno sequestrato 1,080 kg di tabacchi lavorati esteri privi dei contrassegni di Stato, a carico di un marinaio appena sbarcato da una nave mercantile approdata nel locale scalo portuale e proveniente da Genova.

I Finanzieri del Gruppo di Salerno hanno sottoposto a controllo il soggetto, di nazionalità italiana, mentre era in procinto di uscire dagli spazi doganali con al seguito il proprio bagaglio, al cui interno sono state rinvenute le stecche di sigarette.

Ulteriori accertamenti hanno permesso di appurare che le “bionde” facevano parte delle provviste di bordo riservate ai membri dell’equipaggio delle nave. Le provviste di bordo hanno un regime fiscale agevolato in quanto possono essere consumate solo a bordo in esenzione di diritti doganali, altrimenti si configura l’ipotesi di
contrabbando.

L’operazione di servizio, condotta unitamente ai funzionari doganali, conferma la particolare attenzione posta dal Corpo nei controlli all’interno del porto commerciale di Salerno.