Siano. Lavori pubblici. L’opposizione: “A un anno dal suo insediamento l’amministrazione realizza una rotatoria che si può fare in dieci giorni”

“I cantieri aperti in questi giorni rischiano di bloccare la città per come vengono gestiti”. Questo il commento di Antonio Buonaiuto, capogruppo del gruppo di opposizione “Siano nel Cuore”, che prende le difese dei residenti, che, in questi giorni, stanno protestando per il cantiere aperto per la nuova rotatoria che sorgerà in viale Europa e il rifacimento dell’asfalto in via Zambrano e via Roma sud.

«Non si può paralizzare la vita dei cittadini di Siano. Siamo favorevoli a questi lavori, ma credo innanzitutto che andassero gestiti in maniera migliore. Non si può lavorare in orari in cui si blocca l’intera circolazione. Sicuramente vanno messi in conto i disagi, ma così la situazione diventa insostenibile. I danni subiti da chi vive in quelle zone sono incalcolabili. Finalmente l’Amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Marchese partorisce, dopo un anno dal suo insediamento, il suo primo lavoro pubblico. Una rotatoria che si può fare in dieci giorni, ma per rendersi importanti bloccano la circolazione”.

Per “Siano nel Cuore”, dunque, si tratta di un’operazione gestita male e che finisce di concludersi di terminare nel peggiore dei modi. “Come sempre è mancata la comunicazione con i residenti e i commercianti”, ha spiegato Carmine Leo, consigliere comunale di opposizione. “Non si può bloccare una parte di città se non è stata avvertita in tempo la popolazione. Manca un deflusso viario alternativo. Il risultato disastroso è palese. Se poi la Giunta pensa che da qui passi il cambiamento sono davvero allo sbando”.