Siano resta senza acqua e l’opposizione incalza il sindaco

Un’operazione di verità sulla perenne carenza d’acqua che, nelle ultime settimane, sta condizionando non poco le abitudini dei cittadini di Siano. Chiedono interventi risolutivi, con gli organi competenti, i consiglieri comunali di opposizione del gruppo “Siano nel Cuore”, pronti a pressare la Giunta del sindaco Giorgio Marchese. “A Siano ci sono quattro pozzi e non abbiamo mai avuto problemi di questo tipo da 40 anni a questa parte”, ha spiegato Antonio Buonaiuto, capogruppo di “Siano nel Cuore”. “Si tratta di una situazione indecente, che ci riporta davvero indietro. Su tutto questo la maggioranza e il sindaco restano in silenzio. Noi pretendiamo invece delle soluzioni, perché non possiamo continuare a vivere una situazione di precarietà e trovarci protagonisti di un’emergenza idrica che ha dei responsabili istituzionali ben precisi. E’ in atto un’azione di servilismo politico molto chiara, dove siamo costretti noi a cedere l’acqua”.

Secondo l’opposizione, tanti sono i cittadini che senz’acqua intere giornate, senza nemmeno ricevere dei preavvisi in tempo utile. “Purtroppo ribadiamo sempre le stesse cose: dobbiamo prendere atto degli accordi regionali che costringono la nostra comunità, sempre ricca di acqua, a cedere risorse ad altri territori e noi ne abbiamo più. Siano merita di meglio. Marchese vada a casa con la sua Giunta”, ha spiegato Carmine Leo. “L’acqua scarseggia senza guasti alle condutture e non ne capiamo il perché. Ma agli anziani, ai commercianti, agli ammalati questa classe politica che governa Siano non ci pensa? Questa estate è stata terribile per Siano. Prima i disagi durante i festeggiamenti di San Rocco, con un incendio che poteva creare danni alla città, ora la fornitura idrica bloccata. Qualcosa di assurdo che il sindaco deve spiegare ai suoi cittadini. Purtroppo si pensa a essere social e a denigrare sempre il lavoro degli altri? Adesso la colpa di chi è?”.