Stupri nel centro massaggi, c’è un’altra vittima

Un altro giovanissimo sarebbe stato costretto a subire violenza nel centro massaggi di Cava de’ Tirreni, che si sarebbe trasformato in ritrovo per pedofili. Il volto del ragazzo, dell’apparente età di 17/18 anni – secondo quanto riporta stamani il quotidiano Il Mattino – è stato estrapolato da un video, ora al vaglio del sostituto procuratore Elena Guarino, registrato dal telefonino di Giuseppe Alfieri, il 51enne di Cava finito in manette insieme a Simone Criscuolo, con le accuse di violenza sessuale di gruppo, riproduzione e diffusione di materiale pedopornografico e privazione della libertà personale.