“Un calcio alla disabilità”: l’Us Angri fa scendere in campo D’Antuono affetto dalla malattia di Parkinson

L’Us Angri 1927 torna in campo per il sociale. Dopo il progetto “Tutti insieme per Giuseppe” e “Io tifo positivo”, il club grigiorosso promuove l’iniziativa “Diamo una calcio alla disabilità”.

La disabilità in questione è la Malattia di Parkinson, che ha colpito ormai 12 anni fa l’addetto stampa della squadra, Francesco D’Antuono. L’input per l’iniziativa è stato da Pasquale Vitter, medico oltre che allenatore dei grigiorossi: «Francesco nelle scorse settimane aveva chiesto di potersi allenare con la squadra e durante allenamenti e partitelle – spiega Vitter – ho notato che non mostrava alcuno dei sintomi caratteristici del Parkinson, come se il pallone fosse la terapia giusta».

Scambio di vedute tra mister e addetto stampa, fino alla proposta del tecnico di concedere a Francesco D’Antuono anche un solo spezzone di partita ufficiale. Tesseramento inviato entro i termini federali, allenamenti e ora le ultime battute del conto alla rovescia per l’esordio ufficiale in grigiorosso.

La squadra ha accolto favorevolmente l’iniziativa, volta a confermare che lo sport, il calcio in particolare, può essere un veicolo di aggregazione e sensibilizzazione. Per Francesco D’Antuono è arrivato anche l’ok dopo le visite mediche e sabato prossimo ci sarà l’esordio ufficiale, nell’ultimo turno di regular season, in trasferta contro la Poseidon.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati