Valorizzazione del pane. Angri chiede Igt

Valorizzare e promuovere la città di Angri anche attraverso le sue produzioni tipiche per garantire nuove opportunità economiche e di sviluppo territoriale. Angri punta sul suo pane tipico che è stato riscoperto da un’antica ricetta da panificatori e cultori agroalimentari e per il quale si intende ora richiedere il marchio Igt indicazione geografica tipica.l Il progetto sarà presentato mercoledì 28 giugno alle 19,30 presso la Casa del Cittadino alla presenza del Sindaco Cosimo Ferraioli, l’Assessore al Commercio Maria Immacolata D’Aniello e i promotori dell’iniziativa Carlo Padovano ed Agostino Ingenito. A concludere ci sarà il consigliere regionale Aniello Fiore.

L’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Cosimo Ferraioli ha inteso accogliere la proposta lanciata da un’associazione di imprese e cultori agroalimentari del territorio per valorizzare la produzione tipica del pane di Angri.

“Si tratta di un pane antico che i nostri avi conoscevano bene e che mangiavano quotidianamente quando si recavano al lavoro nei campi – dichiarano dal comitato organizzatore – Ingredienti semplici ed elementi tipici del territorio che consentivano una lunga resa e un molteplice utilizzo in cucina”.

L’obiettivo dei promotori è ora proporre un disciplinare condiviso con l’Amministrazione Comunale ed autorizzato dalla Regione e che possa portare al riconoscimento del marchio di indicazione geografica tipica. La costituzione della rete tra panificatori ed esperti potrà consentire di adottare il disciplinare e procedere alla produzione del tipico pane angrese.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati