Venerdì tragico sulle spiagge, tre annegati

Tragica giornata di mare, quattro persone hanno perso la vita oggi in Campania.

A Santa Maria di Castellabate, un 51enne è annegato nel tentativo di salvare la figlia. La vittima, Angelo Ferraioli, di Nocera Inferiore, è morto questa mattina davanti all’approdo del ristorante “Le Gatte”, frazione Santa Maria di Castellabate, nel tentativo di soccorrere la figlia sedicenne in difficoltà a causa delle proibitive condizioni del mare. La giovane è stata tratta in salvo da alcune persone.

Un giovane di Somma Vesuviana di 31 anni è annegato, invece, nelle acque della Regina Giovanna tra la spiaggia della Solara e quella della Pignatella, in località Capo di Sorrento. Negli stabilimenti balneari della penisola sorrentina, compreso quello della Solara sventola la bandiera rossa in segno di pericolo. Il 31 enne, però, insieme alla fidanzata, ha sottovalutato il pericolo, ed i due si sono tuffati in una zona di mare aperto. Quando hanno cercato di risalire sugli scogli si sono trovati in difficoltà. I due sono stati avvistati da altri bagnanti, che hanno dato i l’ allarme.

Una 18enne napoletana, per cause ancora da chiarire è annegata nelle acque di Cava dell’isola, a Ischia. Il suo corpo è stato ritrovato al largo della limitrofa spiaggia di Citara.

Fonte Ansa

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati