Violenza di genere. Al Comando provinciale Carabinieri si inaugura una “Stanza tutta per sè”

Sarà inaugurata martedì 30 maggio 2017 a Salerno, presso il Comando Provinciale Carabinieri di via Raffaele Mauri, un’Aula per le Audizioni allestita dal Soroptimist Club di Salerno nell’ambito del progetto nazionale Una stanza tutta per sé.

Da sempre impegnata nella lotta alla violenza di genere, con il progetto Una stanza tutta per sé, l’Unione Italiana del Soroptimist International ha previsto, nel programma biennale 2015/2017 proposto dalla Presidente Nazionale Leila Picco, un intervento concreto per sostenere la donna nel percorso verso il rispetto e la dignità della propria persona nel delicato momento del colloquio con gli inquirenti: l’allestimento di un ambiente funzionale e confortevole, in cui le donne vittime di violenza si possano sentire a proprio agio nel momento della denuncia e dell’interrogatorio.
Si tratta di un ambiente protetto che aiuti la donna ad un approccio meno traumatico con gli investigatori, che la faccia sentire accolta e ascoltata, che le faccia percepire l’attenzione per il suo grave problema.
Grazie ad un protocollo d’intesa con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri che ha sancito il progetto soroptimista, ad oggi in Italia le caserme dotate di tale ambiente sono più di 70.

Con orgoglio l’avvocato Alma Alfano, Presidente del Soroptimist Club di Salerno, consegnerà la Stanza anche alla città di Salerno prima del Convegno Nazionale sul tema Diritti Umani e Pari Opportunità – Donne vittime di violenza – La denuncia e “Una stanza tutta per sé”, che si svolgerà il prossimo 31 maggio a Roma presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, su iniziativa del Soroptimist International d’Italia e del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con la Commissione Diritti Umani del Senato della Repubblica.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati