Scafati. Colpo all’ufficio postale

Rapina stamani a Scafati. Nel mirino l’ufficio postale di via Pietro Melchiade, in pieno centro cittadino. Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 10:30, un uomo è entrato nell’ufficio postale con il volto coperto da un casco. L’uomo avrebbe puntato un’arma, forse un cacciavite, verso i dipendenti, prima di agguantare i soldi contenuti nelle casse. Attimi di paura per i tanti cittadini presenti. Dopo il colpo l’uomo sarebbe scappato a bordo di una moto. Il bottino ammonterebbe a diverse migliaia di euro Sul posto sono giunti i carabinieri che hanno avviato le indagini. Al vaglio dei militari anche i filmati delle telecamere di videosorveglianza.

Esplodono le polemiche sulla mancanza di sicurezza in città. Dura nota di Scafati in Movimento, che fa riferimento alla riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

“Mentre lo Stato e i suoi rappresentanti vengono in città solo per fare annunci e passerelle, a Scafati la criminalità risponde con i fatti e le azioni. Questa mattina a pochi passi da dove si è tenuto addirittura il summit del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza avviene una rapina alla posta centrale, cosa si aspetta ancora? Che ci scappi il morto? – si legge in una nota – Immaginiamo il panico tra gli utenti e i dipendenti dell’ufficio postale, questa volta è andata bene sono solo i soldi ad essere spariti, cosa aspetta lo stato a dare risposte sul territorio di Scafati? Che la prossima volta sia qualche vita a scomparire? Tutto è avvenuto a 500 metri dalla Tenenza dei carabinieri, di fronte agli uffici della Polizia Locale e alle porte di Palazzo Mayer. Lo Stato in città è ancora assente , ci risparmino le chiacchiere e gli incontri vogliamo i fatti. Noi attivisti del M5S siamo stanchi di tutto ciò e chiediamo a gran voce che le istituzioni si diano da fare effettivamente per ripristinare l’ordine e la legalità nella nostra Scafati”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati